Salta al contenuto principale
x
ruota di medicina

COME CONNETTERTI ALLA PRIMAVERA GRAZIE ALLA RUOTA DI MEDICINA NATIVO AMERICANA

Il 20 marzo salutiamo l’inverno e festeggiamo l’inizio della primavera, aprendo le porte a questa stagione di rinascita.

Conoscere la natura e rendersi sensibili al cambio di frequenza che le stagioni portano, ci aiuta ad entrare in contatto con noi stessi/e, con la natura ciclica e mutevole che ci contraddistingue e ci lega ad un contesto molto complesso che include i cicli circadiani di veglia e sonno, il ciclo della luna, dei pianeti del nostro sistema solare fino ad arrivare a quelli molto più grandi e lenti come il movimento delle galassie e quindi delle Ere.

 

Per aiutarti ad entrare in contatto con l’energia di questo particolare momento dell’anno, abbiamo pensato di approfondire come veniva considerato nella tradizione dei nativo americani, popolo estremamente sensibile e connesso alla Terra, alla Natura e al cosmo.

 

I Nativo Americani avevamo compreso che tutto ciò che è possibile esperienziale e conoscere è legato da leggi comuni tant’è che il loro sentiero spirituale viene guidato dal simbolo della Ruota di Medicina, una sorta di mappa in grado di sostenere l’individuo nella comprensione della realtà permettendogli di vivere in equilibrio con gli altri e con il tutto.

 

COSA LEGGERAI IN QUESTO ARTICOLO

La Ruota di Medicina: spiegazione sintetica del simbolo.

Le quattro direzioni: elenco di significati, di connessioni e interdipendenze di ognuna di esse.

L’equinozio di primavera: Approfondimento su questa fase dell’anno.

Rituale di connessione: Pratica di connessione con l’energia dell' Est.

 

LA RUOTA DI MEDICINA

 

ruota medicina

La Ruota di Medicina è un antico simbolo e strumento che rappresenta l'interconnessione di tutte le cose nell'universo e offre una guida preziosa per comprendere e celebrare l'equilibrio e la ciclicità della vita. 

 

E’ composta da un cerchio suddiviso da una linea orizzontale e una verticale. La linea orizzontale rappresenta il principio Femminile e la sua forza Ricettiva-Formativa, mentre quella verticale il principio Maschile e la sua forza Attiva-Concettuale.

In qualche modo contiene il concetto di Yin e Yang che ritroviamo nel simbolo del Tao di tradizione cinese.

Questa croce inscritta in un cerchio, lo suddivide in quattro quadranti, ognuno dei quali è associato a vari aspetti dell’universo, del tempo, dei cicli vitali della natura e di tutti gli esseri viventi.

 

Possiamo applicare la ruota al ciclo annuale così come a noi stessi/e, scoprendo che le quattro stagioni primavera, estate, autunno, inverno, sono in relazionate al nostro ciclo vitale di infanzia, adolescenza, maturità e vecchiaia o ai nostri quattro corpi, fisico, emotivo, mentale e spirituale, così come agli elementi della natura, agli Animali Totem, alle fasi di evoluzione spirituale e a moltissimi altri aspetti dell' esistenza.

 

La Ruota di Medicina è come un grande specchio che ci insegna a sentirci Uno, fusi con il Tutto ma allo stesso tempo diversi, unici ed irripetibili e che dobbiamo imparare a muoverci in questa dicotomia.

LE QUATTRO DIREZIONI

Prima di addentrarci nello specifico sul tema di questo articolo, la Primavera, vi trascrivo un breve elenco di relazioni che intercorrono tra le quattro direzioni della Ruota di Medicina, in modo da avere un quadro più chiaro su come funziona. 

Sono tratte dal libro “La Ruota di Medicina” di Kenneth Meadows

DIREZIONE DELL’ EST

Il luogo della lungimiranza

Animale Totem: Aquila 

Elemento: Fuoco 

Colore: Giallo oro 

Regno: Umano 

Qualità: Illuminazione e Chiarezza 

Aspetto umano: Spirito 

Manifestazione: Arte, Scrittura 

Tempo: Momentaneo 

Corpo celeste: Sole 

Nemico: Morte e Vecchiaia 

Stagione: Primavera 

DIREZIONE DEL SUD

Il luogo della vicinanza

Animale Totem: Coyote o Topo 

Elemento: Acqua 

Colore: Rosso 

Regno: Vegetale 

Qualità: Fiducia e Innocenza 

Aspetto umano: emozioni 

Manifestazione: Musica, Canto, Danza 

Tempo: Passato 

Corpo celeste: Luna 

Nemico: Paura 

Stagione: Estate 

DIREZIONE DELL’OVEST

Il luogo dell’introspezione

Totem: Orso 

Elemento: Terra 

Colore: Nero 

Regno: Minerale 

Qualità: Introspezione ed Intuizione 

Aspetto umano: Corpo 

Manifestazione: Magia 

Tempo: Presente 

Corpo celeste: Terra 

Nemico: Mancanza di Potere 

Stagione: Autunno 

DIREZIONE DEL NORD

Il luogo della conoscenza

Totem: Bisonte 

Elemento: Aria 

Colore: Bianco 

Regno: Animale 

Qualità: Conoscenza e Saggezza 

Aspetto umano: Mente 

Manifestazione: Filosofia, Religione, Scienza 

Tempo: Futuro 

Corpo celeste: Stelle 

Nemico: Certezza 

Stagione: Inverno 

L’EQUINOZIO DI PRIMAVERA 

aquila

Il 20 marzo, giorno in cui quest' anno festeggiamo l’inizio della primavera, coincide con l’Equinozio. Aequinoctium (dal latino aequus «uguale» e nox «notte») deriva dal fatto che agli equinozi la durata del giorno è perfettamente uguale a quella della notte in ogni punto della superficie della Terra. Nell’emisfero Sud infatti specularmente abbiamo l’Equinozio d’Autunno.

 

Questo è un momento energetico forte e significativo perché nel nostro emisfero, da questo punto in poi le giornate cominciano ad avere più ore di luce rispetto alle ore di buio.

Nella Ruota di Medicina assistiamo al passaggio dalla direzione del Nord alla direzione dell’Est che rappresenta l'energia del nuovo inizio, del risveglio che porta all’illuminazione. La possiamo sperimentare tutti i giorni dell’anno alzandoci all’alba e andando a fare una passeggiata all’aria aperta, ma in questo periodo primaverile ne siamo completamente avvolti e partecipi.

L’Est è energia di luce, rinnovamento, vitalità, intensità. La natura si risveglia dal grande sonno di gestazione invernale e si riempie di verde e di fiori colorati.

TOTEM: AQUILA

L’aquila è il simbolo di questa direzione perché si innalza nel cielo più di qualsiasi altro animale, toccando simbolicamente il Sole, simbolo del Sé Superiore. Viene ad insegnarci a guardare lontano, a non farci sovrastare dai problemi di tutti i giorni ma di vedere oltre. 

L’aquila porta la qualità della visione, della chiarezza. Le sue ali ci dicono che per volare è necessario che la nostra parte destra Maschile e sinistra Femminile siano in equilibrio. Qualche piuma mancante in un’ala potrebbe compromettere il volo e la stabilità.

Le ali aperte rivelano l’apertura del cuore, come quando noi apriamo le braccia per accogliere l’altro in un abbraccio.

Lanciandosi nel vuoto ci insegna ad aprire le nostre ali e a farci sostenere dal Grande Spirito, senza paura ma con grande fiducia dei piani più sottili ed invisibili della realtà.

Apriti, ama, vola libera/o, con fede.

ELEMENTO: FUOCO

Il Fuoco è l’elemento radiante dell’Universo, la scintilla della vita. E’ connesso alla nostra fiamma interiore, al nostro Spirito, a quella forza vitale che ci fa alzare la mattina felici di avere molte cose interessanti da fare, da scoprire. Il fuoco è entusiasmo, ambizione, intraprendenza.

Il Sole è il fuoco che illumina, che riscalda, che permette alle piante di svilupparsi verso l’alto perchè le attira con la sua forza magnetica, la stessa che permette a tutti noi di trovarci in cerchio nelle serate passate ad ammirare le stelle, cantando e suonando i tamburi.

E’ anche il momento di fare attenzione per chi ha un fuoco interiore sviluppato, perché sappiamo quanto questo elemento può essere distruttivo se non gestito, contenuto in uno spazio protetto.

COLORE: GIALLO

Il giallo è il colore dell’Est, allegro e vivace, espressivo ed ispiratore. E’ il colore del 3° chakra, Manipura, il plesso solare, il fuoco gastrico in grado di trasformare e portare energia al nostro organismo. Ci mette in contatto con il nostro Potere e potenziale, in quanto manifestazione del Grande Spirito.

Il giallo è il Sole che risplende all’inizio di una limpida giornata, è luce.

FASE DELLA VITA: NASCITA, INFANZIA

L’Est porta l’energia del piano spirituale che si manifesta in questa dimensione attraverso la nascita. Guardiamo un bambino nei primi mesi di vita e sentiamo la sua connessione profonda con i piani sottili, la sua incapacità di controllare consapevolmente il suo corpo fisico, il farsi attraversare da emozioni e sensazioni che cambiano ogni pochi secondi. Il bambino in questa fase sta imparando ad entrare in relazione con la materia solida, con i sensi, con il movimento nello spazio, con la vita.

È la fase più delicata della vita così come i fiori che in questa stagione sbocciano e se riusciranno a rimanere protetti si trasformeranno in gustosi frutti.

 

RITUALE DI CONNESSIONE 

Rituale di Connessione

Dopo aver esplorato molti concetti è giunto il momento di radicare tutto questo grazie ad una pratica che ci arriva dalla tradizione sciamanica. Questa vi permetterà di uscire dalla mente e grazie all'applicazione diretta e concreta, trasformare la conoscenza in saggezza.

 

Nei prossimi sette giorni puoi offrire il tuo risveglio al Grande Spirito alzandoti prima del sorgere del Sole permettendoti di fare almeno 30 minuti di camminata, possibilmente in natura, focalizzando tutta l’attenzione alla fase di risveglio ed illuminazione. Fatti irradiare dal primo raggio di luce che colpisce la superficie della Terra. Senti come per i primi minuti di cammino, quando la luce è ancora debole, rimani in uno stato quasi ipnagogico (lo stato tra la veglia e il sonno). Questo è uno stato nel quale spirito e materia sono intimamente connessi. È un buon momento per focalizzarti su una tematica personale, fare una domanda e passo dopo passo lasciare che la risposta emerga da dentro, mentre l’illuminazione del sole si fa via via più intensa, così come la chiarezza dentro di te.

 

Buona Primavera!



Articolo cura di Hari Moreno Zandonà
Scopri i prossimi corsi sulla Ruota di Medicina