Salta al contenuto principale
x

 

La Città della Luce è anche un Ecovillaggio, una comunità  intenzionale basata sulla sostenibilità, ambientale e relazionale.

Siamo un laboratorio di ricerca continuo, giorno dopo giorno, per costruire uno stile di vita sostenibile, basato sulla sinergia e sulla cooperazione, ecologico nelle relazioni e nel rapporto con Madre Terra: sperimentiamo nuove modalità di vita e di lavoro, recuperando la tradizione e utilizzando le innovazioni tecnologiche, pensando globalmente ed agendo localmente.

 

Ecco alcune delle pratiche che stiamo sperimentando e utilizzando alla Città della Luce:

- il Metodo del Consenso per prendere decisioni;
- lo studio, la progettazione e la coltivazione dei nostri terreni ‹secondo i principi della Permacultura e dell'Agricoltura Sinergica;
- la produzione e l'utilizzo di frutta e verdura, legumi e cerali biologici;
- la sperimentazione di un'alimentazione senza glutine con la produzione di pane, pizza e prodotti da forno sempre secondo nuove ricette.

 

La Città  della Luce inoltre aderisce alla R.I.V.E. (Rete Italiana dei Villaggi Ecologici) e al G.E.N. (Global Ecovillage Network).

 

 

L'Azienda Agricola

 

L'Azienda Agricola della Città della Luce si trova a 8 km dalla sede principale, nel comune di Ostra (AN). Si tratta della Casa dei Ciliegi, 5 ettari di terreno, attivo dal 2014 e gestito applicando i principi della Permacultura.

Frutteti di albicocche e ciliegie, impiantati una ventina di anni fa, rappresentano una fetta rilevante dell’azienda. All’ interno di essi, e non solo, stiamo inserendo un centinaio di altri alberi da frutta, principalmente varietà antiche e autoctone. Gli impianti sono stati progettati copiando i modelli naturali, creando boschi e giardini commestibili misti, mettendo assieme alberi da frutto ed erbe aromatiche, spontanee e arbusti.

Sino ad ora abbiamo piantato circa un centinaio di alberi di olivo. Un orto di 1000 m2, in parte sinergico, in parte biologico, è una delle principali risorse.

C’è in atto un processo di recupero del terreno, da anni compattato e inquinato: un manto erboso misto perenne, creato utilizzando leguminose ed erbe spontanee, e una gestione mirata degli animali, nel nostro caso galline, sono le scelte adottate.

Trattori e altri mezzi pesanti sono stati eliminati dall'azienda, ritornando principalmente al lavoro manuale.

Particolare attenzione è stata data alla coltivazione di fiori melliferi per aumentare la presenza delle api, al fine di produrre il miele.

Parte delle attività  che stiamo sviluppando è rappresentata dalla produzione di erbe aromatiche, un vivaio di alberi da legna e bosco, autoproduzione di fertilizzanti naturali come il lombricompost e i cumuli con preparati biodinamici.

Inoltre si sta concretizzando un progetto di Fattoria Didattica: il lavoro di educazione ambientale, con bambini e adulti è molto importante.